fbpx
Account
Please wait, authorizing ...
×
Bruna Cases - "Diario"

Bruna Cases - "Diario"

429 1 2 0 0
Bruna Cases - "Diario"

Il il 15 gennaio sarà disponibile nelle librerie del Cantone Ticino il «Diario, Bruna Cases» (Edizioni Abendstern, 2022), con la prefazione dello storico e giornalista Pietro Montorfani, la postfazione del già Comandante del corpo delle guardie di confine IV Fiorenzo Rossinelli, e un’intervista di Simona Sala.

«31 ottobre 1943 - L’Italia era occupata a nord da i Tedeschi e a sud dagli Inglesi, ma gli ultimi procedevano adagio adagio. Intanto i tedeschi maltrattavano gli ebrei, appunto noi eravamo di questi».

Così scriveva Bruna Cases nella prima pagina del suo diario, il 31 ottobre 1943. Tra le righe di queste poche parole di una bambina di appena nove anni, si legge la dolorosa consapevolezza del pericolo che lei e le persone a lei care stavano correndo. Come migliaia di altri fuggiaschi anche Bruna Cases e il suo gruppo trovarono la salvezza attraversando il confine con la Svizzera, dove qualche tempo prima si erano rifugiati anche il padre e la nonna. Durante il soggiorno in terra elvetica Bruna Cases e sua madre si spostarono in diverse località, e la bambina annotava pensieri e preoccupazioni su un diario che abbelliva con immagini oggi preziose e suggestive.

Le edizioni Abenstern pubblicano la ristampa anastatica dei diari di Bruna Cases. 

Bruna Cases e il marito Giordano D'Urbino hanno esposto la loro testimonianza durante la Giornata della Memoria 2022.
Bruna Cases, Giordano D'Urbino: testimonianza della fuga in Svizzera nel 1943
Bruna Cases nel 1943 era una bambina ebrea di nove anni, che ebbe la fortuna di riuscire ad entrare in Svizzera e salvarsi dalle persecuzioni naziste. Esattamente 79 anni...

Alcune pagine del diario di Bruna Cases

ATIS - INFORMAZIONI GENERALI

L'Atis, Associazione ticinese insegnanti di storia, è nata il 2 ottobre 2003 con l'obiettivo di riunire i docenti di storia della Svizzera italiana di tutti i gradi di scuola.

L'Associazione promuove la riflessione e il dibattito sull'insegnamento della storia e sulle diverse correnti storiografiche.

Difende la professionalità dell'insegnante di storia nell'ambito di una scuola sempre più messa sotto pressione dalle esigenze di una società dominata dalle leggi del rendimento economico.

Associazione ticinese degli insegnanti di storia - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - https://www.atistoria.ch