fbpx
Account
Please wait, authorizing ...
×
Testimonianza di Elena Ottolenghi - Dalla scuola fascista alla scuola ebraica

Elena Ottolenghi - Dalla scuola fascista alla scuola ebraica

160 2 2 0 0
Testimonianza di Elena Ottolenghi - Dalla scuola fascista alla scuola ebraica

Risorse atis

Categoria
Genere
Testimonianze
Epoca storica
Tematica
Luogo
Fonte primaria

Elena Ottolenghi, ebrea di Torino, riflette sulle analogie e diversità della scuola fascista e di quella ebraica, sottolineando come la persecuzione razziale sia stato l’evento che l’ha aiutata a prendere coscienza della sua cultura d’origine e ad esserne maggiormente orgogliosa.

Nel 1938 Elena Ottolenghi, quando entrarono in vigore le leggi razziali, aveva solo 9 anni e come tutti i bambini ebrei fu allontanata dalla scuola che frequentava. Nessuna delle compagne, né la maestra, la cercherà più e questo sarà un dispiacere che Elena porterà dietro per tutta la vita. Poco dopo inizieranno le deportazioni e Elena racconterà in che modo è riuscita a salvarsi insieme alla sua famiglia.

Una ulteriore intervista di Elena Ottolenghi è disponibile su Raiplay (dietro login) a questo indirizzo: https://www.raiplay.it/video/2019/01/Le-Ragazze-1fab2281-200c-4f9c-bd75-f7d419451e73.html

 
Questa testimonianza fa parte del Dossier Didattico «L’infanzia al tempo delle leggi razziali. Persecuzione antisemita e fuga verso la libertà» realizzato dall'atis in occasione della Giornata della memoria 2022.

ATIS - INFORMAZIONI GENERALI

L'Atis, Associazione ticinese insegnanti di storia, è nata il 2 ottobre 2003 con l'obiettivo di riunire i docenti di storia della Svizzera italiana di tutti i gradi di scuola.

L'Associazione promuove la riflessione e il dibattito sull'insegnamento della storia e sulle diverse correnti storiografiche.

Difende la professionalità dell'insegnante di storia nell'ambito di una scuola sempre più messa sotto pressione dalle esigenze di una società dominata dalle leggi del rendimento economico.

Associazione ticinese degli insegnanti di storia - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - https://www.atistoria.ch